Conferenza Introduttiva alla Meditazione OnLine

In questo periodo di limitata mobilità sarà possibile assistere alle conferenze introduttive alla Meditazione Trascendentale direttamente OnLine. 

Daniele Caputo: Artista Lirico di fama internazionale pratica la Meditazione Trascendentale.

Abbiamo intervistato in questi giorni il Baritono Daniele Caputo,  protagonista del panorama lirico contemporaneo.  Ancora molto giovane ma già con una carriera importante alle spalle, ci ha raccontato con molta semplicità come la Meditazione Trascendentale lo abbia aiutato nella sua carriera da professionista.

Ciao Daniele, ti va di presentati?

Certamente, mi chiamo Daniele Caputo, sono d’origine marchigiana, nella vita canto nei teatri di tutto il mondo come baritono lirico.

Come e quando ti sei avvicinato alla Meditazione Trascendentale?

Il primo avvicinamento alla conoscenza di questa tecnica avvenne quando avevo circa 20 anni: all’epoca ero totalmente rapito dall’arte di David Lynch (e lo sono rimasto tutt’ora!) e ricordo che lessi tutti i libri possibili delle sue biografie tanto ero appassionato. Appunto in tali libri venni a conoscenza che praticava la tecnica di Meditazione Trascendentale e mi incuriosì subito: ma ahimè prima di decidermi a farmi insegnare la tecnica passarono molti anni.

L’evento che mi spinse totalmente a dire “sì voglio cominciare a praticare questa tecnica” risale al 2014. Infatti venne a Milano proprio David Lynch in persona a parlare della tecnica al Teatro Dal Verme. Non potevo assolutamente perdermi l’arrivo del mio idolo proprio nella città in cui all’epoca vivevo! Sfortunatamente gli organizzatori mi dissero che era tutto pieno già da vari giorni, ma che avrei potuto provare lo stesso a fare la fila senza biglietto e vedere se si fosse liberato qualche posto.

Allora il giorno seguente mi armai di ombrello e piumino (pioveva e c’erano si e no 2 gradi centigradi) e mi diressi al Dal Verme. Nella gelida fila di circa un’ora e mezza vedevo che tutti i partecipanti avevano in mano il loro biglietto. Io no. Stavo per andarmene, quando proprio di fronte alla porta d’ingresso mi dissero che c'era un posto libero. Così entrai nell’auditorium brulicante di gente, ero emozionatissimo. 

Non ci stavo credendo! Iniziò dopo pochi minuti la presentazione e vedo Lui, il grande Lynch a meno di 2 metri da me. Dentro di me dissi “voglio assolutamente farmi insegnare questa tecnica”; il giorno dopo telefonai l'insegnante di Milano e fissammo la fatidica data che cambiò il corso della mia vita.

C’è un motivo particolare che ti ha spinto a provare questa tecnica?

Avevo la curiosità di conoscere meglio me stesso; ero inoltre in un periodo particolarmente stressante della mia vita, cercavo qualcosa che “calmasse le acque” delle mie giornate piene di attività; e ancora per finire, sicuramente anche la stima elevatissima che nutrivo e nutro verso Lynch, mi hanno spinto a interrogarmi su quale fossero le fonti delle sue incredibili idee: la bellezza delle sue creazioni hanno avuto su di me da sempre un effetto interiore catalizzante ed altamente magnetico e questo mi ha spinto appunto alla curiosità di capire cosa si celasse dietro la tela della sua immaginazione.

Coma mai proprio la Meditazione Trascendentale? Hai praticato altre tecniche in passato?

Sono da sempre stato appassionato di spiritualità per cui prima di iniziare con la MT avevo letto e sperimentato molte altre tecniche: dalla mindfulness al Chi Gong, dal Tai Chi, al Diksha, al Bhakti Yoga ma sinceramente, dopo aver provato la MT non ho più avuto necessità nè di tornare a praticare alcuna tecnica che conoscevo prima, nè di cercarne altre.

Trovo il programma MT (ed MT Sidhi) così rilassante, piacevole e completo che so di non aver necessità di cercare altre tecniche differenti. Semplicemente non mi resta far altro che godermelo in modo quotidiano.

Quali benefici hai trovato nella tua vita personale e nella tua vita da professionista Lirico?

I benefici che ho sperimentato sono stati abbastanza esaltanti sin da subito! Ricordo che già dopo i primi giorni di pratica molte cose nella mia vita cambiarono in positivo (non sto ad elencarle) inoltre sentivo che la mia mente era più quieta, chiara.

Col tempo e con lo stabilirsi della tecnica nella vita di tutti i giorni riesco ad avere più energie e creatività per realizzare i miei sogni. Le idee buone semplicemente saltellano nella mia testa chiedendomi di essere ascoltate; io non faccio altro che metterle in pratica seminandole e successivamente godendone dei frutti.

Per chi ama le novità: ho iniziato ultimamente a caricare anche nuovi miei video che stanno riscuotendo un buon successo di pubblico sul mio canale Youtube: vi consiglio di visitarlo e di iscrivervi (lo trovate semplicemente digitando il mio nome e cognome sulla piattaforma). Tra i miei ultimi lavori ci sono anche alcune reinterpretazioni degli antichi canti devozionali in chiave baritonale/lirica.

La MT mi ha anche aiutato a trovare un certo distacco dalla vita esteriore, credo di aver raggiunto una certa equanimità nel vedere le cose. La vita di ognuno di noi è fatta di alti e bassi: diciamo che con la MT si apprezzano di più gli alti e si lasciano scivolare più facilmente i bassi. Nello specifico comunque, per quanto concerne ad esempio la mia professione di cantante lirico,

"Meditare mi ha portato ad avere una voce potentissima" (prima non era così!).

Credo che anche le corde vocali e tutto l’apparato respiratorio traggano beneficio dalla meditazione, in quanto seriamente sento la voce con più risonanze e mi viene più facile emettere i suoni. Inoltre riesco a studiare e memorizzare le parti musicali con più immediatezza e concentrazione ed anche trovare il modo più funzionale nell’interpretare i personaggi delle opere.

Lavorare, in sé per sé, mi sembra molto molto moooolto più piacevole oggi rispetto ai tempi in cui non meditavo.

La consiglieresti ad altri cantanti lirici?

Assolutamente sì. Per i cantanti lirici ad esempio credo sarebbe proprio fondamentale avere un momento personale di pausa ogni giorno: il nostro è un mestiere veramente tosto e stressantissimo.

Tutto il settore teatrale ne gioverebbe senza dubbio se venissero promulgati dei corsi di Meditazione Trascendentale per le orchestre o per il personale dei teatri stabili. Credo comunque che questa tecnica dovrebbero praticarla un po’ tutti: il mondo intero ha forte necessità di “rilassarsi”.

Testimonianze

Scopri cosa dicono le persone di successo che praticano la MT

Leggi tra le varie testimonianze di produttori, attori, cantanti, conduttori televisivi ma anche di ministri e presidenti di nazioni che portano la loro testimonianza positiva sulla pratica della Meditazione Trascendentale.
George Lucas
Regista e produttore cinematografico
Sheryl Crow
Cantante
Dr. Oz
Chirurgo
Dilma Rousseff
Politica ed economista
Raquel Zimmerman
Supermodella
Cameron Diaz
Attrice

Hai 1 ora per scoprire come tutto possa cambiare?

Trova il Centro più Vicino

Il primo passo per imparare la Meditazione Trascendentale è semplicemente quello di

partecipare a una conferenza introduttiva gratuita. Le conferenze vengono organizzate in tutt'Italia su base regolare.

Durante queste conferenze scoprirai come funziona effettivamente la tecnica della Meditazione Trascendentale e quali sono i passi per impararla. Troverai anche risposta alle tue domande a riguardo, e tutte le informazioni utili per poter accedere al vero e proprio apprendimento della tecnica.

Per l'Individuo


* Disconoscimento: non si dovrebbe mai interrompere un trattamento convenzionale senza consultare il proprio medico. Inoltre, nessun risultato può essere garantito in quanto i singoli risultati possono variare. Ad esempio, la regolarità nella pratica della MT, dopo aver frequentato il corso di apprendimento, influenza gli effetti.

© Associazione Meditazione Trascendentale Maharishi (AMTM).
Sede legale: viale dell’Industria 45 – 37042 Caldiero (VR) - Sede operativa: Vocabolo Pianatonda 117 – 05023 Baschi (TR).

Privacy & Cookies - Credits