Cinzia Primatesta: la Meditazione Trascendentale è uno strumento straordinario di consapevolezza

Abbiamo intervistato Cinzia Primatesta imprenditrice piemontese di successo nel settore hotellerie e moglie dello chef stellato Antonio Cannavacciuolo. In questa breve intervista ci ha raccontato che la Meditazione Trascendentale può essere annoverata al 100% tra i segreti del suo successo.

Buongiorno Cinzia, ti descrivono un’imprenditrice di grande successo, ci puoi raccontare di cosa ti occupi?

Mi occupo in particolar modo della crescita della mia azienda, di sviluppare nuovi progetti e servizi, dell’esperienza dei nostri ospiti e di tutta la parte amministrativa e finanziaria. Inoltre mi occupo della gestione delle varie realtà della mia azienda, dei luoghi e delle persone.

Come e quando ha conosciuto la Meditazione Trascendentale?

Ho conosciuto la Meditazione Trascendentale grazie a mio fratello che me na ha parlato con entusiasmo. Un aneddoto particolare che mi e rimasto nella memoria è legato proprio al primo periodo in cui ho cominciato praticarla. Ero al mare e mi sono sentita trasportare sopra di esso; mi sono detta wow questa e’ la tecnica giusta per me!

Quali sono stati i benefici della pratica a livello personale?

Devo dire che ho subito sperimentato i benefici sin dai primi giorni della pratica.

A livello personale i benefici sono stati in primis la capacita che ha questa tecnica di farti sentire sempre a casa e in equilibrio ovunque ti trovi e di lavorare a livello profondo sulle esperienze passate della persona.

In particolare mi ha aiutato molto nel restare calma e centrata in un periodo delicato che è stato la crescita di mia figlia, ovvero la pre-adolescenza durante la pandemia.

Credi che la Meditazione Trascendentale possa essere annoverata tra i segreti del tuo successo?

Assolutamente Si! la Meditazione Trascendentale e lo yoga anche, possono essere annoverati al 100% tra i segreti del mio successo.

Come tutti sanno la vita da imprenditrice è sempre ricca di impegni, riesci sempre a ritagliare uno spazio per la tua pratica quotidiana di Meditazione Trascendentale? 

Si riesco sempre a ritagliare spazi quotidiani per me stessa, per la mia crescita interiore e per la Meditazione Trascendentale poiché per me essi sono legati alla crescita aziendale e al benessere delle persone.

Tuo marito Antonino Cannavacciuolo condivide con te quest’approccio alla vita, crede che quest’approccio abbia influenzano in positivo anche il suo rapporto con la cucina e il suo lavoro?

Mio marito Antonio Cannavacciuolo ha un approccio alla vita diverso dal mio e per questo complementare. Lui a modo suo vive nel qui ed ora, pensa sempre alla giornata e al momento presente. Interpreta ogni cosa che gli/ci succede nella vita come positiva è sempre pieno di gratitudine. Il suo segreto è di vivere con consapevolezza e gratitudine nel presente. Questo fa si che semini positività per il futuro. E’ molto semplice ma molto difficile da praticare al giorno d’oggi.

Infine, la consiglieresti ad altri manager come te che intendono raggiungere il tuo stesso successo?

Certo la consiglierei a chiunque, è uno strumento straordinario di consapevolezza, àncora al presente e centra la persona. Dal punto di vista professionale inoltre permette di essere molto più performanti e lucidi.