Musica e trascendenza, alla ricerca dell’essenza

Intervista a Lisa Francese a cura di Gloriana Dalmazi

Di origine tedesca, nata a Roma, Lisa suona il pianoforte dall’età di sette anni. Diplomata al Conservatorio con Enrico Pieranunzi, dal 2002 organizza molte stagioni concertistiche in Chiese, Musei, Dimore Storiche e Università. Specializzata in musica da camera, suona prevalentemente in duo con il violoncellista Marco Algenti.

Com’è stato per te incontrare la Meditazione Trascendentale?

Sono andata alla conferenza introduttiva pensando fosse simile a una lezione di yoga. Invece è stata una grande scoperta: avevo trovato finalmente quella pienezza che tanto avevo cercato.

Parlaci della tua esperienza di musicista che medita. 

Meditare e studiare musica classica hanno molto in comune. Sono attività che trascendono cioè vanno oltre il livello fisico ed emozionale. Trascende chi medita e trascende il musicista che sperimenta il godimento della musica nel ‘profondo’, al di là delle emozioni.

Chi medita sperimenta il silenzio e chi suona conosce bene quel ‘silenzio pieno’, misterioso, che si crea un attimo prima di una performance e che dura sino a poco prima degli applausi. Infine, al termine del concerto, il musicista e il pubblico condividono un certo benessere e un arricchente senso di gratitudine reciproca. Trascendenza, silenzio, benessere, sono esperienze che ritrovo nella pratica della meditazione.

Ogni aspetto della vita evolve nell’alternarsi di riposo e attività, insegna Maharishi. Come avviene nella musica?

In musica l’alternanza tra movimento e riposo la si ritrova nel dialogo delle frasi musicali, tra i vari movimenti delle composizioni, tra una nota e un’altra, possiamo non percepirlo, c’è un vuoto, il riposo, ecc. 

Con la meditazione cerchiamo l’essenziale. Nella musica il procedimento è simile? 

Possiamo dire che i capolavori della musica classica sono tali perché ordinati, chiari, brillanti, vibranti, pieni di energia e perché sono ‘essenziali’. Come lo scultore crea una forma partendo da un blocco di marmo e togliendo il superfluo, anche il musicista va alla ricerca dell’essenziale togliendo, passando per la negazione. Con la Meditazione Trascendentale il procedimento è molto simile, da quando medito, trovare l’essenziale in musica è più facile.

La Meditazione Trascendentale giova quindi alla tua pratica musicale.

Dalla pratica quotidiana della Meditazione Trascendentale deriva un grande sostegno: lo studio e l’esecuzione della musica scorrono senza sforzo, spontaneamente si è più focalizzati, più presenti. Aumentano così il piacere del suonare e anche il successo. Credo che questa tecnica andrebbe inserita nel corso degli studi di musica classica come materia complementare. Meditando inoltre i sensi si affinano, si ‘vede-ascolta’ la musica diversamente e si comprende il linguaggio musicale più chiaramente. 

Hai speciali esperienze musicali o personali da condividere?

Ci sono esperienze speciali, per esempio, percepisco un flusso di energia e suono il pianoforte come trasportata sulla cresta di un’onda. Fan-ta-sti-co!

Infine apprezzo molto la particolare dolcezza che Maharishi trasmette con il suo modo di insegnare e di essere. È una dolcezza che avvolge e nutre. La si percepisce nelle meravigliose lezioni di Scienza dell’Intelligenza Creativa, nei corsi sulle Yoga Asana e sull’Ayurveda Maharishi. L’ho vissuta durante la visita alla dimora di Maharishi in Olanda e la vivo nella compagnia delle persone che meditano, è davvero un’esperienza di benessere speciale.

 

Hai 1 ora per scoprire come tutto possa cambiare?

Trova il Centro più Vicino

Il primo passo per imparare la Meditazione Trascendentale è semplicemente quello di

partecipare a una conferenza introduttiva gratuita. Le conferenze vengono organizzate in tutt'Italia su base regolare.

Durante queste conferenze scoprirai come funziona effettivamente la tecnica della Meditazione Trascendentale e quali sono i passi per impararla. Troverai anche risposta alle tue domande a riguardo, e tutte le informazioni utili per poter accedere al vero e proprio apprendimento della tecnica.

Testimonianze

Scopri cosa dicono le persone di successo che praticano la MT

Leggi tra le varie testimonianze di produttori, attori, cantanti, conduttori televisivi ma anche di ministri e presidenti di nazioni che portano la loro testimonianza positiva sulla pratica della Meditazione Trascendentale.
Sheryl Crow
Cantante
Nicole Kidman
Attrice e produttrice
William Hague
Politico
Jerry Seinfeld
Attore e produttore televisivo
Oprah Winfrey
Conduttrice e autrice televisiva
Rupert Murdoch
Editore, imprenditore e produttore televisivo

Iscriviti alla nostra newlsetter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Per l'Individuo


* Disconoscimento: non si dovrebbe mai interrompere un trattamento convenzionale senza consultare il proprio medico. Inoltre, nessun risultato può essere garantito in quanto i singoli risultati possono variare. Ad esempio, la regolarità nella pratica della MT, dopo aver frequentato il corso di apprendimento, influenza gli effetti.

© Associazione Meditazione Trascendentale Maharishi (AMTM).
Sede legale: viale dell’Industria 45 – 37042 Caldiero (VR) - Sede operativa: Vocabolo Pianatonda 117 – 05023 Baschi (TR).

Privacy & Cookies - Credits