Una buona notizia sul tuo karma

In che modo le nostre azioni passate influenzano le nostre vite, il nostro presente e il nostro futuro? Qual è il modo migliore per affrontare le cose negative che abbiamo fatto? Possiamo davvero liberarci completamente del nostro karma negativo?

Cosa è il Karma e cosa non è?

Karma, in sanscrito significa “azione”. Potrebbe essere una buona azione (buon karma) o potrebbe essere una cattiva azione (cattivo karma).

Dovremmo dire subito che alcune culture hanno ridotto il concetto di karma a un semplice slogan (oh, questo è un cattivo karma!) non dandogli molto peso.

Altri, invece, hanno portato l’idea di karma agli estremi, immaginando che le loro cattive azioni potrebbero tornare a perseguitarli.

La verità è che il karma è qualcosa di molto profondo, importante e da prendere sul serio, ma è anche un processo più intuitivo di quanto si possa pensare. Infatti, funziona secondo una semplice legge di natura che tutti noi sperimentiamo ogni giorno.

Vediamo questa legge espressa in fisica: che ogni azione ha una reazione uguale e contraria. Se colpisci un muro con la mano con un certo grado di forza, ad esempio, il muro colpisce la tua mano con la stessa forza (e molto probabilmente il risultato sarà che ti sei fatto male alla mano).

In base alla qualità dell’azione, ci sarà una qualità di reazione“.

Possiamo trovare questa legge ovunque in natura, in tutte le scienze. Se piantiamo un seme di pesca, alla fine otterremo un pesco. Non avremo meli, ciliegi o noci perché abbiamo piantato qualcos’altro.

Allo stesso modo, se intraprendiamo una sorta di azione negativa, grande o piccola, quell’azione tornerà da noi. Forse non sappiamo quando accadrà, ma sappiamo che alla fine accadrà.

Una buona notizia sul tuo karma

Come affrontare le azioni passate nel modo più fluido possibile?

Come abbiamo detto, il karma è anche un processo intuitivo ma, per quanto intuitivo non possiamo conoscere o capire completamente come funziona il Karma.

“Il karma è considerato insondabile, quindi non è sempre possibile capire perché succede qualcosa. Ma possiamo capire cosa possiamo fare oggi per affrontare al meglio la situazione.’

Anche se potremmo non comprendere completamente le conseguenze delle nostre azioni, non dobbiamo sentirci impotenti. Ci sono molti modi pratici per affrontare qualsiasi karma negativo che cade sulla nostra persona. Non c’è bisogno di aspettare per forza le conseguenze.

Un metodo pratico e intelligente per eliminare gli effetti delle nostre azioni negative potrebbe essere, ad esempio, scusarci con coloro che abbiamo ferito e porre rimedio ai problemi creati, sia per fare la cosa giusta, sia per bilanciare le nostre azioni negative.

Un altro metodo può essere quello di affrontare il nostro karma a un livello molto più profondo attraverso la meditazione.

Come funziona? Innanzitutto sappiamo bene che quando siamo meno stressati facciamo scelte migliori. Facciamo meno errori e quindi, naturalmente, intraprenderemo azioni sempre migliori.

Ma la meditazione può aiutarci anche ad affrontare le azioni passate. Perché alla fine – e questo è un punto chiave – la nostra coscienza è ciò che immagazzina il nostro karma.

Quindi dal momento che tutto è registrato nella nostra consapevolezza, nella nostra coscienza, il modo in cui viviamo le esperienze della vita è ciò che lascia un impatto su di noi.

Una buona notizia sul tuo karma

A questo punto la domanda potrebbe nascere spontanea: “Dov’è effettivamente registrato questo karma? C’è qualcuno che tiene un registro?” Possiamo dire di sì, il karma è registrato nella natura. Ma alla fine possiamo dire che è registrato in noi stessi. È la nostra coscienza che tiene traccia di ogni cosa buona che facciamo e di ogni cosa cattiva che facciamo.

Se la nostra stessa coscienza è ciò che tiene traccia delle nostre azioni giuste e sbagliate, allora è logico che il modo migliore per affrontare il nostro karma sia affrontare noi stessi, aumentare il nostro livello di coscienza.

Alzando il nostro livello di coscienza, abbiamo meno stress nel nostro sistema nervoso e, di conseguenza facciamo scelte sempre migliori.

Ma c’è di più: elevando la nostra coscienza siamo in grado di gestire le conseguenze delle nostre azioni quando ritornano a noi.

Ciò significa che ripagare il nostro karma negativo non deve essere solo dolore e sofferenza. Con un certo livello di consapevolezza ci accorgeremo a malapena che abbiamo a che fare con il nostro karma negativo e saremo in una posizione migliore per fare sempre di più buone scelte.

Come cambiare il tuo karma … e quello del mondo?

Il modo più efficace per espandere la tua consapevolezza e cambiare il tuo karma è usare gli strumenti che Maharishi e la tradizione vedica ci hanno dato.

Maharishi ha sviluppato la Meditazione Trascendentale e i suoi programmi avanzati con lo scopo di aumentare la coscienza individuale e mondiale.

E ogni volta che trascendiamo, stiamo facendo del bene a noi stessi e al nostro ambiente, affrontando azioni negative passate e riducendo lo stress per scelte più sagge in futuro.