Vivere a lungo, vivere bene

Invecchiare è inevitabile, ma la ricerca scientifica dimostra che è possibile ritardare e persino invertire gli effetti dannosi prodotti dal processo di invecchiamento. Numerosi fattori psicofisici che normalmente subiscono un deterioramento con l’età migliorano grazie alla pratica regolare della Meditazione Trascendentale.

Longevità e Meditazione Trascendentale

L’esperienza di benessere e rilassamento procurata dalla Meditazione Trascendentale riduce il logorio creato dallo stress sulla fisiologia

La Meditazione Trascendentale praticata con regolarità influenza in modo benefico il processo dell’invecchiamento. In effetti, nelle persone che l’hanno praticata per lungo tempo sono stati riscontrati cambiamenti fisiologici di segno opposto a quelli che avvengono comunemente con l’avanzare dell’età:

  • la pressione arteriosa diminuisce
  • la memoria e le prestazioni intellettuali migliorano
  • i disturbi del sonno si riducono
  • l’efficienza fisica aumenta

Questi risultati hanno indotto alcuni ricercatori a parlare addirittura di “inversione del processo d’invecchiamento”. Altri risultati indicano un rafforzamento dei fattori che notoriamente favoriscono la longevità e la salute in tarda età, ad esempio la salute cardiovascolare, la salute mentale, le abitudini positive per la salute, la soddisfazione sul lavoro, la felicità e l’intelligenza.

Perché la Meditazione Trascendentale fa vivere più a lungo

Minore stimolazione dell’asse ipofisario-surrenale

Questi effetti si spiegano con il fatto che la Meditazione Trascendentale riduce la stimolazione dell’asse ipofisario-surrenale. La ripetuta esposizione a fattori stressanti stimola eccessivamente tale asse, con conseguente liberazione di grandi quantità di ormoni dello stress. È scientificamente accertato che tali ormoni sono responsabili della produzione di radicali liberi che intervengono negativamente nei processi dell’invecchiamento. La Meditazione Trascendentale diminuisce la suscettibilità allo stress, pertanto riduce la formazione di tali ormoni e quindi di radicali liberi. Ecco perché la pratica della Meditazione Trascendentale svolge un ruolo importante nel proteggere l’organismo dai danni dell’invecchiamento.

Anche in Italia

Anche in Italia già oltre 50.000 persone l'hanno imparata e la praticano con successo.

Evidenze Scientifiche

Secondo gli studi e le analisi di più di 40 anni di ricerca


Studio effettuato su gruppi di anziani residenti in case di riposo

Uno studio effettuato su gruppi di anziani residenti in case di riposo ha riscontrato che le persone che praticavano la Meditazione Trascendentale mostravano un tasso di sopravvivenza significativamente più elevato, migliori funzioni cognitive e ideative e un aumento del benessere generale.

Journal of Personality and Social Psychology 1989; 57: 950-964

L’età biologica indica il grado d’invecchiamento dell’organismo. Un gruppo di persone che avevano praticato la Meditazione Trascendentale per più di 5 anni mostravano un’età biologica di 12 anni inferiore rispetto all’età anagrafica, come indicato dalla minore pressione del sangue e dalla migliore acutezza visiva e uditiva. Quanto più a lungo i soggetti avevano praticato la Meditazione Trascendentale, maggiore era la differenza tra l’età biologica e l’età anagrafica.

International Journal of Neuroscience 1982; 16: 53-58

Inversione del processo di invecchiamento


Livelli più elevati della media di DHEA-S

È interessante notare che persone ultracinquantenni che praticavano la Meditazione Trascendentale mostravano livelli più elevati della media di DHEA-S (solfato di deidroepiandrosterone), un ormone surrenalico che ha proprietà anti-invecchiamento e la cui produzione diminuisce normalmente con l’età.

Journal of Behavioral Medicine 1992; 15 (4): 327-341

VES più bassa della media

L’aumento della velocità di sedimentazione degli eritrociti (VES) è correlato all’invecchiamento ed è un indicatore chiaro di malattia. I soggetti che praticavano la Meditazione Trascendentale hanno mostrato una VES più bassa e una maggiore frequenza di VES ai livelli minimi, in confronto ai soggetti di controllo.

Alternative Therapies in Clinical Practice 1997; 4 (2): 35-37

Una migliore capacità di autoriparazione del DNA

La Meditazione Trascendentale influenza anche il DNA. Negli individui che la praticano si è rilevata in vitro una migliore capacità di autoriparazione del DNA, rispetto a soggetti non meditanti che erano stati esposti allo stesso livello di stress, di grado sia lieve che intenso. L’efficienza dei meccanismi di autoriparazione del DNA diminuisce, com’è noto, con l’età, favorendo l’insorgere di mutazioni e neoplasie. Tale diminuzione sembra dovuta all’azione dei radicali liberi e, pertanto, può risentire beneficamente della pratica della Meditazione Trascendentale.

Relazione presentata al congresso della Federation of American Society of Experimental Biologists, aprile 1986, St. Louis, Missouri, U.S.A.

Età biologica: con la Meditazione trascendentale un'inversione del processo di invecchiamento

Alcuni scienziati hanno studiato per 15 anni un gruppo di 73 anziani ultraottantenni ricoverati in case di riposo, assegnati in modo casuale alla pratica della Meditazione Trascendentale, oppure ad una tecnica di pensiero attivo, a un programma di rilassamento o a un gruppo di controllo che non seguiva alcun trattamento. Dopo tre anni solo il gruppo della Meditazione Trascendentale mostrava: un tasso di sopravvivenza del 100%, un notevole miglioramento delle funzioni cognitive e ideative, un generale aumento del benessere.

Journal of Personality and Social Psychology 1989; 57: 950-964

Tasso di sopravvivenza degli anziani ultraottantenni dopo 3 anni (valore in percentuale)


Riduzione del tasso di mortalità cardiovascolare

Gli scienziati hanno seguito per 19 anni l’andamento della mortalità di due gruppi di persone adulte con una pressione sanguigna elevata. Un gruppo aveva appreso la tecnica di Meditazione Trascendentale, l'altro costituiva il gruppo di controllo che non la praticava. I risultati hanno mostrato una riduzione del 23% della mortalità per tutte le cause e una riduzione del 30% del tasso di mortalità cardiovascolare tra coloro che hanno appreso la tecnica di Meditazione Trascendentale rispetto alle persone del gruppo di controllo.

American Journal of Cardiology 95: 1060–1064, 2005

Riduzione del tasso di mortalità

Conclusioni

Perché la meditazione è efficace

Trascendere fa qualcosa di molto speciale al corpo e alla mente. Gli oltre 700 studi effettuati sulla Meditazione Trascendentale mostrano in modi diversi che praticare questa tecnica promuove una serie di cambiamenti che vanno nella direzione opposta al processo dell’invecchiamento, permettendoci di vivere più a lungo e più sani.

Testimonianze

Testimonianze di persone che la studiano e la praticano con successo

Dr. Mehmet Oz

Professore di chirurgia, Columbia University, New Yorky

Apprezzato chirurgo cardiotoracico di fama mondiale, conduce il ‘The Dr. Oz Show’, un programma televisivo di medicina.

“Le ricerche dimostrano che la tecnica (di Meditazione Trascendentale) ha un impatto su situazioni che sembravano impossibili da cambiare. Con la sola Meditazione Trascendentale puoi ridurre in modo significativo la pressione del sangue, il colesterolo, l’aterosclerosi, l’obesità, il rischio di ictus, persino il tasso di mortalità per malattie cardiovascolari. Ma i benefici sono molti di più, questi sono solo la punta dell’iceberg.”

Dr. Molina

Direttore Medico del south asian heart center dell’ospedale El Camino di Mountain View, CA
“In realtà io consiglio la tecnica di Meditazione Trascendentale a tutti, perché non è necessario essere malati per meditare. Studi dimostrano che la tecnica di Meditazione Trascendentale promuove la longevità e diminuisce la mortalità cardiovascolare rispetto a quanto accade ai gruppi di controllo che non seguono alcun trattamento o che hanno ricevuto solo cure mediche regolari o hanno praticato altre tecniche di rilassamento. Inoltre la tecnica di Meditazione Trascendentale riduce i fattori di rischio per le malattie cardiache e l’ictus.”

Dr. Hans Selye

Medico Endocrinologo

È lo scienziato che per primo ha definito in modo scientifico lo stress.

“Le ricerche mostrano che gli effetti fisiologici della Meditazione Trascendentale su metabolismo, resistenza elettrica della pelle, lattato nel sangue, onde cerebrali e sistema cardiovascolare, sono esattamente opposti a quelli che la medicina identifica come caratteristici dello sforzo del corpo di rispondere alle richieste dello stress.”


E' stata un'esperienza naturale, facile, nei primi giorni senza benefici apparenti e incisivi. Con la costanza e il passare dei giorni, dei mesi, tutto è stato un divenire di cambiamenti: lo stress mentale, i pensieri costanti senza soluzione, si sono letteralemente disgregati, semplicemente non esistevano più, la mia mente è diventata sgombra da accumuli di tensioni e inutili "contorsioni" mentali. La ricerca di tutta una vita, di pace e libertà mentale, ha trovato il suo porto di arrivo. Anche emozionalmente ci sono stati dei grandi cambiamenti, naturali, progressivi: la vita ci riserva ogni giorno delle prove emotive, che continuano a esistere ed essere vissute, la sensazione però è quella che si possono provare ogni tipo di emozioni ma nel profondo esiste un equilibrio intoccabile, un oceano di pace e stabilità che placa ogni tempesta in superficie.

Daniela Antelmi
Milano

Ho deciso di apprendere questa tecnica in un momento molto difficile della mia vita e gli effetti sono stati da subito molto positivi. Mi ha permesso di superare quel momento ed oggi mi aiuta ad affrontare la vita con maggiore positività ed energia. Anche se a volte non è facile percepire chiaramente i benefici di questa tecnica, l'esperienza mi ha dimostrato che ha avuto un effetto decisivo sul buon andamento delle cose nell'ultimo anno. Da quando ho imparato la MT, circa 15 mesi fa, non ho mai saltato una sessione delle due quotidiane, e probabilmente continuerò così.

Luca Carosini
Roma - S. Giovanni

Hai 1 ora per scoprire come tutto possa cambiare?

Trova il Centro più Vicino

Il primo passo per imparare la Meditazione Trascendentale è semplicemente quello di

partecipare a una conferenza introduttiva gratuita. Le conferenze vengono organizzate in tutt'Italia su base regolare.

Durante queste conferenze scoprirai come funziona effettivamente la tecnica della Meditazione Trascendentale e quali sono i passi per impararla. Troverai anche risposta alle tue domande a riguardo, e tutte le informazioni utili per poter accedere al vero e proprio apprendimento della tecnica.

Testimonianze

Scopri cosa dicono le persone di successo che praticano la MT

Leggi tra le varie testimonianze di produttori, attori, cantanti, conduttori televisivi ma anche di ministri e presidenti di nazioni che portano la loro testimonianza positiva sulla pratica della Meditazione Trascendentale.
David Lynch
Regista
Paul McCartney
Cantautore e produttore discografico
Moby
Musicista
Jerry Seinfeld
Attore e produttore televisivo
George Lucas
Regista e produttore cinematografico
Nicole Kidman
Attrice e produttrice

Iscriviti alla nostra newlsetter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Per l'Individuo


* Disconoscimento: non si dovrebbe mai interrompere un trattamento convenzionale senza consultare il proprio medico. Inoltre, nessun risultato può essere garantito in quanto i singoli risultati possono variare. Ad esempio, la regolarità nella pratica della MT, dopo aver frequentato il corso di apprendimento, influenza gli effetti.

© Associazione Meditazione Trascendentale Maharishi (AMTM).
Sede legale: viale dell’Industria 45 – 37042 Caldiero (VR) - Sede operativa: Vocabolo Pianatonda 117 – 05023 Baschi (TR).

Privacy & Cookies - Credits